La Galassia di Arp

Fino al 16 febbraio al M.A.N di Nuoro, in mostra Jean Arp e la sua galassia artistica tra avanguardisti del '900.

09/02/2014

Ancora per qualche giorno sarà possibile visitare la Galassia di Arp al M.A.N di Nuoro, niente a che vedere con l'astrologia però; "La Galassia di Arp" è il titolo della mostra che finirà il 16 febbraio al Museo d'Arte Contemporanea della città di Nuoro che vede un'importante collaborazione con la città di Locarno, Svizzera, città natale dell'artista franco-svizzero Hans Jean Arp.

La mostra presenta una serie di sculture, bassorilievi, arazzi e carte di Arp affiancati ad una selezione di importanti opere di grandi artisti del '900 che hanno girato intorno alla figura dell'artista.

Tra le stelle che vanno a creare questa galassia troviamo numerosi grandi nomi tra cui Alexander Calder, PaulKlee, Sonia Delaunay,Alberto Magnelli, Arthur Segal, Italo Valenti,Piero Dorazio, Theo Van Doesburg, Francis Picabia, Viking Eggeling,Victor Vasarely e molti altri.

In questa mostra saranno raccolte opere provenienti, oltre che dalla città di Locarno, dalla Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma, dalle collezioni Intesa San Paolo e da alcune raccolte private.

La prima sezione ospita opere realizzate tra gli anni '50 e '60 che richiamano l'attenzione alla sua particolare attitudine alla creazione di forme organiche, alcuni bassorilievi relativi alla maturità creativa di Arp, una serie di collage di notevoli dimensioni e due arazzi.

Nella seconda parte della mostra si sviluppa tutto ciò che ruotava intorno all'artista, la sua Galassia,costituita da opere di artisti che hanno condiviso con Arp amicizie e percorsi artistici e creativi.

Arp nasce a Strasburgo e per tutta la vita usò due nomi, quello francese derivante dalla madre (Jean) e quello tedesco derivante dal padre (Hans). 

È noto sopratutto per il suo contributo ad uno dei più noti movimenti avanguardisti del '900,nato proprio in svizzera da un'idea di Tristan Tzara e sviluppatosi appunto anche con il contributo di Arp, il Dadaismo.

Il movimento DADA non è il solo movimento a cui Arp offre il suo prezioso contributo, infatti  è stato anche al seguito del movimento Surrealista.

La fama di Arp arriva dalla sua particolare propensione all'elaborazione di un linguaggio astratto nuovo, con una base organica e naturale dove il principio creativo si sviluppa dalla forma; questa attitudine viene sviluppata sopratutto negli anni '30 con la sua adesione ai movimenti astrattisti quali Cercle et Carré e Abstraction-Creation.

La mostra sarà corredata da un catalogo dedicato al percorso artistico dell'artista e alla sua poetica e ai differenti percorsi delle stelle che lo hanno circondato nella sua galassia artistica.

La mostra sarà visitabile tutti igiorni dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00 ad esclusione del Lunedì.


Tiziano Demuro


Photo: www.espoarte.net

Info: www.museoman.it