From Paris with Love

Un appartamento chiuso per 70 anni, un'influente dama parigina e una perduta storia d'amore.

04/01/2014

Le storie di dame, tesori, fughe rocambolesche e dimore misteriose mi hanno sempre affascinato e non ho resistito al fascino della "Capsula del tempo" di Parigi.

Madame Marthe De Florian è stata una influente attrice e socialite francese, fuggita nel sud della Francia durante la seconda Guerra Mondiale.

Il suo appartamento a Parigi si trovava nella riva destra della Senna, vicino all'Opera Garnier.

Dal giorno in cui Madame De Florian fuggì da Parigi in quel lontano '42 nessuno varcò più le soglie di quel lussuoso appartamento nel 9° arrondissement.

Alla morte di Madame De Florian, per l'ispettore giudiziario e i suoi assistenti mandati a fare un sopralluogo fu come tornare indietro di 70 anni, tornando in un attimo al 1942, ai salotti parigini pre guerra, alle decorazioni floreali, alle collezioni di oggetti provenienti da luoghi esotici elontani.

Erano là, come nei magazzini del Louvre, pezzi d'arte provenienti dall'era d'oro dell'arte parigina e dalle prime avanguardie di inizio secolo, un dipinto che ritrae la proprietaria di casa firmato Giovanni Boldini corredato da alcune lettere d'amore dell'artista stesso che decretavano la dama sua personale musa.

Un'intera collezione di specchi,suppellettili e oggetti per la cura personale ancora là in attesa del ritorno della loro influente ed elegante proprietaria. 

Praticamente ci si trova davanti una lezione di storia, d'arte e di costume Francese degli anni '40.

Madame De Florian ha continuato a pagare tutte le spese dell'appartamento fino alla sua morte magari sperando di poter rivivere un giorno i vecchi fasti della sua vita da socialite parigina.

La "Capsula del tempo" di Madame De Florian non è aperta al pubblico ma se capitate a Parigi troverete numerosi appartamenti dell'epoca da poter visitare nei pressi del 9° arrondissment e immedesimarvi almeno con la fantasia nelle atmosfere parigine del primo 900.

Tiziano Demuro