#ARTPOP e Lady Gaga riparte all'insegna dell'arte.

ARTPOP, nuova era musicale tra Marina Abramovic, Jeff Koons, Botticelli e Bernini. Più ART o più POP?

13/10/2013

ARTPOP è il titolo della nuova opera discografica di Lady Gaga e la cover rilasciata qualche giorno fa è estremamente ART ed infinitamente POP. 

Jeff Koons che crea la scultura in primo piano remixato con le pose della Venere di Botticelli e di Apollo e Dafne di Gian Lorenzo Bernini è la previsione di una nuova era musicale che si interseca a 360° con l'arte pop e rinascimentale.

Manca circa un mese all'uscita definitiva dell'iperatteso disco e la copertina firmata Koons è già ultrinflazionata nel web world e non può che essere un punto afavore della Mother Monster.

Koons degno erede della pop culture americana iniziata intorno agli anni '60, classe 1955, viene a scontrarsi con un'ambasciatrice d'eccezione; un affascinante connubio artistico vede la pop diva immortalata in una scultura, nuda, con le mani che vanno a coprire il popissimo seno, con una plasticissima parrucca bionda mentre una specchiosissima sfera blu va a coprire l'artistico interno coscia. 

Nel background appaiono ritagli dell'enigmatica Venere di Botticelli e in bianco e nero alcuni particolari di Apollo e Dafne del Bernini, omaggio alla più alta espressione artistica del rinascimento e barocco italiano.

La parola che più riesce a dare una definizione dell'arte di Koons è: KITSCH.

Le sue opere sono realizzate con supporti che spaziano dal classico all'avanguardistico, opere plastiche di dimensioni macro che spuntano inaspettate in comunissimi punti di varie città di tutto il mondo.  

Per questo suo stile si è guadagnato il titolo di erede del pop Warholiano ed è oggi uno dei più grandi artisti neo-pop contemporanei, un'artista che riesce a concentrare nelle sue opere lo spirito della sua e della nostra epoca collaborando anche con altisonanti nomi della moda, della pubblicità e ora anche della musica.

Stando a questo primo assaggio d'arte della cover possiamo solo vagamente immaginare le trovate che ricopriranno la nuova era tra costumi, live performance e collaborazioni artistiche delle quali abbiamo avuto un piccolo assaggio con Marina Abramovic e il suo metodo, anch'essa eccentrica artista contemporanea che con le sue performance art live cerca di studiare le relazioni tra artista e pubblico, i limiti del corpo e le possibilità della mente.

Insomma si prospetta un qualcosa di estremamente stimolante e come solo Gaga saprebbe dire con giusta causa... a SOON!


Tiziano Demuro


VIDEO: Lady Gaga e il Metodo Abramovic


Credits: MARINA GAGA design by Raimondo Bettini