Pantone Food Projects

Da tele e pennelli a cibo e coltelli.

02/10/2013

A quanto pare l'ultima frontiera dell'arte contemporanea è la cibofotografia, dopo aver parlato di Esther Lobo e dei suoi esperimenti psycofotografici sul test di Rorscharch abbiamo scoperto due nuovi ciboprogetti fotografici che associano il cibo ai colori Pantone.
Il sistema Pantone è stato messo a punto intorno agli anni '50 in america per ovviare al problema del riconoscimento dei colori sopratutto nelle produzioni industriali.
Il primo ciboprogetto; molto minimal è stato ideato da David Schwen che ha iniziato ad associare i colori Pantone ad una serie di cibi che troviamo regolarmente sulle nostre tavole in una geniale associazione gusto-colore partendo da pane e burro, passando per ketchup e mostarda, sale e pepe, piselli e carote e così via.
Il progetto vede il cibo composto come un catalogo Pantone in quadratini con tanto di cibocodice... starà cercando di creare la colorazione Pancione? Non escludiamolo sopratutto se dopo le foto è passato agli assaggi!!!
Il secondo ciboprogetto è stato curato da Emily Griottes; food art blogger francese diventata una vera istituzione con il suo GRIOTTES, per il famoso magazine di cibo, fotografia, design e bon plans Fricote.
In questo progetto denominato Tarts, la geniale foodart blogger crea nove tavole Pantofood che fanno venire l'acquolina in bocca dalla prima all'ultima. Le tavole sono imbandite con cibi rigorosamente di un unico colore Pantone e risultano molto... francesi.

A quanto pare l'ARTE fa GOLA...