La Grande Danza a San Pantaleo

A 25 anni dalla tragedia San Pantaleo torna a splendere con la grazia della grande danza.

07/09/2014

...diceva il grande Fabrizio de André:

"dai diamanti non nasce niente;

dal letame nascono i fior" 

...

ed è parafrasando le sue parole che ci si accorge che a volte, anche da un evento negativo, può nascere qualcosa di bello.

 

Era il 28 agosto 1989 quando a Milmeggiu arriva la morte e la devastazione: 13 vittime, una terra bruciata e violata dalla furia del fuoco, alimentato dalla potenza del vento e domato solo dopo 2 gg con l'aiuto del mare.

25 anni dopo, gli stessi elementi vitali che hanno ucciso (terra, fuoco,acqua, aria), ispirano e danno vita ad uno spettacolo di rara bellezza.

In una atmosfera suggestiva, la passione del fuoco, l'armonia della terra, l'eleganza dell'aria e la dolcezza dell'acqua, volano sulle punte di angeli della Danza che, in un miscuglio tra musiche classiche e contemporanee, fondono il passato da dimenticare, il presente da commemorare e il futuro da creare.

 

Memento: "Luoghi e desideri"

 

I "luoghi" in cui la signora con la falce ha ucciso; i "desideri" di riscatto e rinascita della vita.

Grazie!!! 

Per l'emozione provata, per le lacrime di commozione, per i sorrisi, per il cuore che ha palpitato in quasi due ore di bellezza. 

Grazie: a Jessica Gandini per aver pensato un sogno;

a Matteo Bittante per l'armonia e la fantasia;

a Gilda Gelati per la grazia e l'eleganza;

a Fabrizio Calanna, Alice Carrino, Cristian Cucco e Lara Viscuso per averci fatto sognare; 

ad Antonella Brianda per la gentilezza e la disponibilità;

Ma sopratutto...grazie alla vita e alla natura, che nonostante la  distruzione per mano dell'uomo è rinata ancor più bella e rigogliosa di prima, ricordandoci che non si è mai vinti e non bisogna MAI arrendersi.

Donatella Pes