Intervista: Alessandra Cossu

Classe 1997, la sua arte ancora è giovane ma la sua tecnica è già tanta.

04/09/2014

 

Classe 1997, la sua arte ancora è giovane ma la sua tecnica è già tanta.

Le sue tele sono le più svariate, dalla carta al corpo passando per i materiali più particolari.

Sogna di fare la tatuatrice ma nell'animo è avanti anni luce.

 

Abbiamo fatto qualche domanda ad Alessandra Cossu per capire il suo punto di vista...

 

 

 

Qual'è la tua definizione di arte?

 

Per me l'arte è tutto ciò che di bello si può creare. È esprimere qualcosa senza aver bisogno di parlare. Un mondo parallelo in cui talvolta rifugiarsi. Una passione.

 

 

Quali son le tue maggiori fonti di ispirazione?

 

Non ho una principale fonte di ispirazione, prendo spunti un po' dappertutto, dai grandi artisti a internet, dalla televisione alla realtà quotidiana.

 

Cosa ti affascina del mondo dell'arte?

 

È banale rispondere con.. un po' di tutto? Ogni tipo di arte ha qualcosa che mi affascina, la pittura, il disegno, la scultura, la musica, il design, la grafica, le modifiche corporee come ad esempio tatuaggi e piercing, la nail art e tantissime altre cose. Mi piace vedere le varie e uniche espressioni di ognuno di noi.

 

Che sogni e progetti hai per il futuro?

 

Il mio più grande sogno è di diventare una tatuatrice, e dedicarmi a tempo pieno alle mie passioni, continuando a fare pratica ed esperienze e andando ad arricchire sempre più il mio "bagaglio artistico"

 

 

 

Quale movimento artistico o tecnica senti maggiormente nelle tue corde?

 

Adoro l'iperrealismo a matita, penso che pochi riescano a far "vivere" un disegno.

 

 

Potendo scegliere di rinascere nella vita di un artista che ha fatto storia, chi vorresti essere e perché?

 

Mi piacerebbe essere Van Gogh, un po' perché mi rispecchio nel suo modo di essere, un po' per la sua tecnica e tutto ciò che ci ha lasciato.

 

Esistono diversi tipi di artisti; alcuni lo fanno, altri lo sono, altri ancora lo fanno e lo sono… Cosa pensi dei modi di essere artista?

 

A mio parere artisti bisogna esserlo. È una passione che nasce con te, ma nonostante tutto artisti lo siamo un po' tutti, ognuno a modo suo.

Il tuo sogno è diventare una tatuatrice. Che sensazione ti da sapere che la tua arte potrà vivere insieme e mutare insieme alla persona che la porta addosso?

 

Sicuramente è un grandissimo onore, è un po' come regalare un pezzo di me a ogni persona.

 

Sei giovane e la tua strada è appena all’inizio eppure hai già molta tecnica e talento. L’arte è sempre stata parte di te e della tua evoluzione?

 

Si, fin da piccola mi cimentavo nel disegno e nella pittura, pur non avendo nessuna base, l'arte mi ha sempre appassionato e questo anche grazie a mia madre e mio fratello.

 

Potrete seguirla su Instagram (@_aleff ) o su Facebook

Vi lasciamo alla gallery, buona serata!

 

Tiziano Demuro