Paese che vai, Ostello che trovi!

Una classifica dei 10 ostelli più recensiti d'Europa.

09/07/2014

Salve a tutti, dopo qualche periodo di assenza causa esami e incombenze varie siamo di nuovo attivi e presenti. Per le prossime settimane ci aspettano una serie di articoli che son sicuro vi piaceranno, ma ancora non vi anticipo niente…

Per riprendere, visto che siamo nel pieno dell’estate e delle partenze ho pensato di proporvi una classifica degli Ostelli più carini e meglio recensiti d’Europa.
Perché si sa quando si parte il momento della prenotazione hotel e similari è un dramma, eppure in giro per l’Europa ci sono, oltre che hotel e B&B anche numerosi ostelli, carini e accessibili che permettono di risparmiare e stare bene tanto quanto un hotel.

Partiamo dall’Italia, spopola sul web il "Little Olive Tree” di Bari, in uno stile molto soft, un po' bucolico e sognante, i feedback online sono positivi al 94% e la media a notte per una camera privata è di 47€.

Spostandoci dall’Italia andiamo verso la penisola iberica che, si sa, sopratutto nei mesi estivi è una delle mete più gettonate.

Partiamo dalla più gettonata delle città spagnole, Barcellona, dove possiamo alloggiare al “Fabrizzio’s Terrace”, minimalissimo con tanti vetri e ancor più numerosi colori. Estremamente frizzante in piena aria vacaziero festiva che si lega perfettamente a Barcellona. I prezzi variano dai 23€ di una condivisa ai 40€ di una privata.

Passando per Granada troviamo il surreale “HostelVITA", estremamente minimal e moderno tanto quanto eccentrico però molto carino e a detta degli utenti web anche molto comodo/conveniente, una stanza condivisa parte dai 20€ a notte, una privata da 23€.

Lasciamo Granada e arriviamo a Siviglia, al "The Boutike Hostel” con uno stile piuttosto informale e casereccio seppur con un quel piccolo tocco chic che su Tumblr farebbe furore. Qui la camera sia privata che condivisa parte dai 25€.

Spostandoci ma non di tanto arriviamo in Portogallo, esattamente a Lagos, dove troviamo l' “Old Town Lagos Hostel”. Qui l’atmosfera fa molto casa vacanze con amici e famiglia, sembra quasi una vecchia casa trasformata in un accogliente ostello e le cifre sono abbordabilissime, infatti si parte dai 16€ per una condivisa e  21€ per una privata.
Sempre in Portogallo ma stavolta a Lisbona, troviamo il “Goodnight Hostel” arredato con un mix di oggetti di design retrò e accessori della nonna e con simpatici pesci murales sulle pareti, anche qui l’atmosfera sembra confortevole e rilassante. La base per una condivisa è 18€ mentre per la privata 30€.

Dal Portogallo alla Turchia, nuova meta di vacanze sempre più in voga. Ad Istanbul troviamo la “Cheers Lighthouse”, gli arredi hanno una piccola connotazione occidentale ma nel complesso si respira un’aria profondamente turca, dai lampadari, ai tappeti, ai colori, fino ai mosaici. Il tutto sembra abbastanza etnochic e il prezzo per una camera condivisa parte dai 21€, mentre la privata parte dai 28€. 

Abbandonando le mete più esotiche ci spostiamo verso le capitali dell’est partendo da Cracovia, Polonia, dove possiamo sostare al “Greg & Tom Beer House Hostel” dove troviamo un affascinante connubio tra il neutro e minimale legno dei letti e del parquet e la ricercata ispirazione barocca delle pareti e dei lampadari. Non mancano scritte d’accompagnamento per augurare buon viaggio agli erranti visitatori e luci soft. Qui sono disponibili solo camere condivise a partire da 18€.

Se siete amanti della natura e del mare vi conviene visitare Hvar, Croazia, dove troverete l’”Earthers Hostel”, immerso nella vegetazione e affacciato sul mare, con la possibilità di sostare a godersi un tramonto sull’acqua cristallina o a bersi un drink con gli amici/accompagnatori. Il prezzo della camera condivisa parte dai 15€ mentre la privata parte dai 18€.

Ultima tappa del nostro viaggio è Praga, splendida cittadina della Repubblica Ceca, anch’essa molto in voga per le gite low cost. A Praga troviamo l’ “Hostel One Prague”, con un ambiente piuttosto spartano ma molto curato nei particolari che appare abbastanza caldo e confortevole grazie alle travi di legno naturale a vista e la mansardatura della stanza che ci dà un’atmosfera in stile collegiale tipo la “Piccola Principessa”.
Qui la base di una condivisa è 30€  e 39€ per una privata.

Ora non resta che controllare i voli aerei e partire per una di queste meravigliose mete.

Bon Voyage! 

Tiziano Demuro

P.S.: Cliccando sui nomi degli ostelli nell'articolo verrete ricondotti alla loro pagina web.