Andy Warhol...in the city

Oltre 100 opere del grandissimo popista in esposizione a Sestu.

23/04/2014

Andy Warhol nasce nelle vetrine Newyorkesi, inizia li a condividere con il suo pubblico le sue serigrafie e la mostra “Andy Warhol in the city” forse è proprio un back to basics.

Warhol che voleva privare dell’anima ciò che rappresentava, lui che voleva portare tutto e tutti sullo stesso piano, il piano dei miti, che voleva rendere tutto commerciale e infinito seppur brillante e spettacolare, con la sua critica sottile alla società moderna, troppo veloce, produttiva,commerciale; senz’anima appunto, torna alle origini con la mostra allestita al nel centro expò di EVA Arredamenti a Sestu.

Sono 100 le opere in mostra nella zona Expò del punto vendita, serigrafie, cartoline, cover di dischi e riviste e illustrazioni coordinate da video e pannelli illustrativi sulla vita, il percorso e le tecniche artistiche di Warhol.

I barattoli Campbell e Marilyn spiccano su tutti in quanto nella mostra son presenti numerose serigrafie di entrambi, messi uno accanto all’atro a rendere quel concetto di serialità tanto caro padre della pop art americana.

Non solo Marilyn tra i ritratti dei grandi divi del XX secolo, troviamo infatti anche 5 serigrafie che ritraggono Mao, Ingrid Bergman, Liz Taylor, Kafka, Marx e tutta una serie di copertine di dischi firmate da Warhol per Diana Ross, Miguel Bosè, Velvet Underground.

Insieme ai dischi non potevano mancare le copertine di Interview, magazine di culto inventato proprio dal grande popista.

Anche la serie delle Electric Chair datata 1970 è in esposizione con il suo colorato dolore.

Il connubio tra arte, pubblicità,design è sottolineato dalle serigrafie Halston che incorniciano i capi e gli accessori della nota casa di moda e non potevano certamente mancare il Brillo Box e la carta da parati Cow affiancati dai celeberrimi Flowers e dal suo famosissimo autoritratto.

La mostra rimarrà aperta sino al 22 giugno tutti i giorni dalle 16 alle 20. Il sabato è visitabile anche la mattina dalle 9.30 alle 13 e la domenica dalle 16 alle 20.


Tiziano Demuro